Perché è utile fare un passo indietro?

A volte è difficile per noi fare una scelta semplice, ad esempio il contatore nel negozio. E a volte le cose da puntare, perché non possiamo essere d’accordo con le autorità. I problemi sembrano essere diversi, ma sono risolti allo stesso modo: quando noi. Ci allontaniamo da loro. Letteralmente.

“Nel mondo moderno, sono piccoli cambiamenti che possono avere una forte influenza”, affermano gli specialisti autorevoli nella psicologia dell’influenza Robert Chaldini, Steve Martin e Noah Goldstein nel suo libro “Importanti piccole cose che garantiscono successo” (Peter, 2015). Stiamo parlando di piccole sottigliezze con cui possiamo convincere meglio gli altri o per risolvere i nostri problemi in modo più efficiente.

Gli autori confermano tutte le loro proposte (e loro nel libro 50), basate sui dati di numerose ricerche scientifiche.

Uno di loro è stato detenuto da Manoj Thomas e Claire Tsay. Hanno suggerito che la distanza molto fisica tra una persona e il problema che ha incontrato può influire sulla sua percezione di difficoltà che affrontano lui. In una serie di esperimenti, gli psicologi hanno chiesto ai partecipanti di leggere ad alta voce dai set di lettere monitor, che ricordano esternamente le parole. In alcuni casi, questi pseudosli erano difficili da pronunciare, in altri era facile.

Prima di apparire sullo schermo di parole difficili, metà dei partecipanti è stato chiesto di piegarsi il più vicino possibile allo schermo, altri – al contrario, appoggiarsi all’indietro e guardare il monitor da lontano. Dopo aver letto, a ciascuno di essi è stato offerto di valutare quanto fosse difficile pronunciare le parole.

Si è scoperto che coloro che si sono allontanati dallo schermo erano più facili da leggere rispetto a quelli che si sono avvicinati. Quindi, l’esperimento lo ha mostrato In una collisione con un compito difficile, è sufficiente aumentare la distanza in modo che sembri più facile.

In un’altra serie di esperimenti, i ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di valutare diverse merci nel negozio, come una fotocamera e un computer, e scegliere qualcosa per un acquisto. Allo stesso tempo, alcuni partecipanti hanno esaminato la merce da vicino, altri – allontanandosi. Immediatamente dopo si sono confrontati con una scelta: acquista il prodotto che ti piace, o per un po ‘rimandare la decisione.

Come nel primo esperimento con pronunciarsi parole difficili, la distanza ha avuto un ruolo. Coloro a cui è stato chiesto di tornare indietro e quindi creare una distanza tra loro e la merce, considerato più facile l’attività assegnata e hanno immediatamente deciso di acquistare. I partecipanti del secondo gruppo erano molto più propensi ad aspettare e pensare.

Si scopre, È sufficiente aumentare semplicemente la distanza tra una persona e gli oggetti da cui deve scegliere, e molto più probabilmente si sofferma su una cosa.

Quindi, se abbiamo una scelta difficile – cosa acquistare esattamente – sarà più facile affrontare l’attività, ispezionando lo scaffale con le merci da una distanza maggiore.

Se hai bisogno di convincere il tuo capo in qualcosa

kamagrapaypal.com

, è meglio dimostrare la tua presentazione sul grande schermo, anche se solo due o tre persone lo guardano. O utilizzare un laptop a grande format e posizionarlo a una distanza sufficiente dal pubblico. E l’insegnante, quando si spiega il materiale complesso, dovrebbe chiedere agli studenti di non registrare tutto in una volta in un notebook, ma concentrarsi su una cottura cool.

I risultati di questi studi sono notati dagli autori con umorismo, spiegano anche perché, quando sei tormentato da un problema al lavoro, il tuo collega autopropulso (che guarda la fonte delle tue difficoltà da lontano, attraverso la spalla) è sempre sicuro che possa trovare la decisione giusta più veloce di te.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll to Top